pec mail

pec mail: introduzione e peculiarità

pec mail: introduzione e peculiarità

 

Cos’è La pec mail? Come si classifica e come può essere utilizzata? In questo articolo risponderemo alle domande poste cercando di sviscerare l’argomento, in modo tale da avere alla fine un’idea ben chiara sul ruolo di questa funzionalità.

pec mail: le basi

La pec (o Posta Elettronica Certificata)  è un sistema che permette di inviare delle e-mail con un valore legale uguale ad una raccomandata (con ricevuta di ritorno); questa procedura consente di avere una prova legale dell’invio e della consegna del messaggio.

Caratteristiche aggiuntive:

  • Utilizzando degli appositi sistemi il messaggio di posta riesce a garantire la certezza del contenuto, evitando manipolazioni o boicottaggi.
  • Attesta l’orario esatto di spedizione.

Tutte le sue funzionalità sono sancite dal DPR n.68 dell’11 febbraio 2005.

pec mail

Quali siti forniscono questa possibilità di attivazione?

  • Aruba, visitabile direttamente sul suo sito (link), ad un costo irrisorio potrete ottenerla.
  • PosteCert (poste italiane), consultabile al seguente indirizzo
  • Ultimo ma non per ultimo Register, che sta evolvendo velocemente in questo ambito.

Vi ricordo che questi sono tutti, anche se ottimi, servizi a pagamento.

Come si crea una casella pec?

  • Andare sul sito designato, compilate il modulo di iscrizione (con i relativi dati anagrafici e aziendali) e di attivazione.
  • Riceverete una mail normale di conferma dell’avvenuta iscrizione.
  • Il passo successivo è quello di pagare, in base alle modalità fornite, il servizio che verrà erogato.
  • Inviare i relativi documenti d’identità per poter confermare che siete proprio voi ad aver fatto questa richiesta.
  • Successivamente, dopo che il gestore ha verificato tutti i vostri dati, vi attiverà la casella di mail.
  • Infine, dopo aver ricevuto il messaggio di benvenuto, potrete incominciare a utilizzarla.

pec mail: compatibilità tra differenti gestori

La normativa é ben chiara a riguardo: ogni gestore deve garantire l’interoperabilità, ovvero la compatibilità tra sistemi.

Esempio: un’azienda x invia una Pec ad un fornitore y (il primo utilizza il servizio poste e il secondo Aruba); in questo caso x non avrà problemi o preoccupazioni , infatti al mittente arriveranno le ricevute di accettazione e consegna del messaggio.

N.B Vi ricordiamo di tenere libera la casella di posta, infatti, se dovesse riempirsi, alcuni messaggi potrebbero andare persi.

pec mail: soggetti obbligati a tale dotazione

Riferendoci all’articolo 16 del  dpr 185/20083, i soggetti tenuti ad avere un indirizzo pec sono:

  • Imprese 
  • Pubbliche amministrazioni
  • Artigiani

Il log File

Il log file è un registro in cui  vengono salvate le operazioni relative agli invii, alle ricezioni, ecc.. ; é fondamentale in caso di perdita delle ricevute (di consegna e d’integrità).

pec mail: effettuare la cancellazione del profilo

Il titolare può decidere di eliminare, per vari motivi, l’account: come fare quindi?

  • Compila un modulo ben preciso in cui bisogna indicare i dati personali.
  • Invia tale messaggio tramite posta elettronica certificata o tramite raccomandata A/R.
  • Allega un documento d’identità (se richiesto).
  • Il gestore provvederà a notificarti  data e ora di quando verrà effettuata tale operazione.

pec mail: tiriamo le somme

Vantaggi

  1. Possibilità di invio di un qualsiasi formato si desideri. 
  2. Possibilità di accesso alla casella di posta da un qualsiasi dispositivo dotato di connessione internet.
  3. Consegna certa e assicurata grazie al suo valore legale. 
  4. Costo molto inferiore rispetto al cartaceo.

Svantaggi

  1. Bisogna svolgere un monitoraggio costante, per non incorrere in messaggi persi o account inattivi.
  2. Non riconosciuta a livello internazionale.
  3. Ha valore legale  solo se il destinatario possiede anch’esso un account di posta elettronica certificata.
  4. Non esistono gestori che offrono il servizio gratuitamente.

Ti è piaciuto questo articolo?

Visita la nostra pagina twitter

Leggi anche Broadlink: la smart home del futuro